miscellanea

Astrattismo e marionette: la collaborazione con Luigi Veronesi, 1981-1991

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image


Nel 1981 debutta a Milano alla Piccola Scala lo spettacolo Histoire du soldat di Igor Stravinski; l’esecuzione musicale è affidata a sette strumentisti dell’orchestra scaligera diretti da Evelino Pidò, la regia è di Ugo Gregoretti.
Il triplice ruolo del narratore, diavolo, soldato è interpretato da Flavio Bonacci.
Lo spettacolo segna l’inizio di una lunga collaborazione con il pittore astrattista Luigi Veronesi che ne disegna scene e marionette.

Histoire du soldat verrà ripreso sempre a Milano al Salone Pierlombardo (oggi Teatro Franco Parenti) nella rassegna La Scala per i Bambini, Seconda e Terza Stagione di Teatro Musicale per Bambini e Ragazzi 1987-88 e 1988-89; regia di Ugo Gregoretti.
Il triplice ruolo del narratore, diavolo e soldato è interpretato da Ferruccio Soleri.

Luigi Veronesi disegna le scene e le marionette degli spettacoli: La regina della neve di Hans Christian Andersen, sceneggiato da Gianni Colla e Alessandro Bajini (1982); Il drago di Eugenji Schwarz, sceneggiato da Gianni Colla e Alessandro Bajini (1984); La sirenetta di Hans Christian Andersen, sceneggiato da Gianni Colla (1987); Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, con musiche di scena di Felix Mendelssohn-Bartholdy, sceneggiato da Alessandro Bajini (1991).
Quest’ultimo spettacolo debutta a Milano al Teatro dell’Elfo (oggi Teatro Ciro Menotti) nella rassegna La Scala per i Bambini, Quinta Stagione di Teatro Musicale per Bambini e Ragazzi 1990-91; la regia è di Stefano Vizioli.




Cliccate sulla foto per vedere altre immagini d’archivio

Tutta la documentazione d’archivio relativa a questa attività è presente e consultabile (anche online) Archivio Teatro Colla

Collegamenti esterni
Archivio Teatro La Scala (repliche Histoire du soldat)
Archivio Teatro alla Scala (locandine Histoire du soldat)
Archivio Teatro alla Scala (repliche Sogno di una notte di mezza estate)
Archivio Teatro alla Scala (locandina Sogno di una notte di mezza estate)